Archivio

Tags


NEWS SCUOLE

Asti

Visitatori Sito

  • 325848Totale visitatori:
  • 3684La scorsa settimana:
  • 13018Visitatori per mese:
  • 0Utenti attualmente in linea:

Piazze della Legalità

Sono passati ventiquattro anni da quel funesto 23 maggio del 1992; non sarà il tempo a cancellare i tempi fra i più oscuri della storia del nostro paese. Così che la pensano gli oltre cinquantamila studenti accorsi nelle piazze della legalità di tutta Italia per commemorare chi ha anteposto i principi di libertà all’oscuro senso di oppressione evidenziato dalla cosi detta mafia; ed è così che la pensano tutti coloro che, due settimane fa, erano a Palermo (progetto Palermo chiama Italia): una città che è notevolmente mutata da quegli anni, passando dall’essere considerata la capitale del fenomeno mafioso all’essere il centro propulsore di quel movimento culturale e morale che  disprezza,  rifiuta e  combatte la mafia.

Questo movimento l’unica arma efficace per sostenere il lavoro di chi ha dedicato e dedica tuttora la propria vita al servizio dello Stato, vedendosi spesso limitata la vita quotidiana con necessarie scorte, macchine blindate e misure di prevenzione.

Sono tante le emozioni suscitate dall’ingresso nell’aula bunker del carcere dell’Ucciardone, quell’aula in cui la mafia è stata per la prima volta messa dietro alle sbarre, oggi assunta a simbolo di quelle nuove generazioni che, a partire da Palermo e da quanto accaduto nel 1992, vogliono un paese migliore.

Tra le personalità presenti spicca sicuramente la forte rappresentanza militare in memoria degli innumerevoli agenti e carabinieri che non si arresero nel mettere a repentaglio la propria vita salvaguardando quella di magistrati, alti funzionari o politici.

 Nella Foto: i prof. Calcagno e Mandarano, il rappresentante regionale delle Consulte, Caruso e i ragazzi dell’Avogadro che hanno curato immagini, video interviste.

 IMG_7694

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux